Super Mamme: per essere “super” bisogna essere felici

Febbraio 17 2021
Written by donafrau

donafrau

Ci sono molte aspettative su che cosa significhi essere una brava mamma. Le donne (e le mamme) tendono a sentirsi giudicate e colpevoli per il modo in cui accudiscono i figli o gestiscono le faccende di casa.

La nonna, la suocera, gli amici e le amiche, gli altri genitori, i colleghi, le insegnanti… le pressioni sociali che una mamma subisce nella vita di tutti i giorni sono infinite. Il giudizio non fa che acuire la sensazione di stress e fatica che spesso le donne e le mamme accusano e che le porta a sentirsi sempre più insoddisfatte e infelici.

Ma che cos’è, in fondo, quello che rende una mamma Super?

Pensi che saper cucinare in modo sublime ti renda super?

Pensi che, per essere super, tu debba tenere la casa linda e perfettamente in ordine?

Per sapere se stai andando nella direzione giusta, non chiederti se il bagno è abbastanza pulito, se lo stipendio che porti a casa è abbastanza alto, se i giochi che proponi a tuo figlio sono abbastanza divertenti, se la settimana che hai organizzato per lui è abbastanza stimolante, se il tuo fisico è abbastanza in forma, se i capelli sono abbastanza apposto. Chiediti se sei felice. 

Questa è l’unica, vera cosa che conta.

Grazie al progetto SuperMom aiutiamo le donne e le mamme a sentirsi sempre più soddisfatte e felici. Perché prendersi cura della propria famiglia significa innanzitutto prendersi cura di sé. 

A questo link trovi il post Facebook di una donna e mamma americana: Karen Johnson, blogger dell’HuffingtonPost. Ecco che cosa ha scritto sugli stereotipi della “brava mamma”, che il più delle volte servono solo a rendere le donne infelici.

Ragazze, devo togliermi un peso dal cuore.
La mia casa non è mai pulita. Come sempre. Ho degli amici (con bambini) le cui case sono immacolate. Sono madri migliori di me? – No. Sono una madre migliore di loro? – No.
Mi alleno ogni giorno. Ho amiche mamme che non fanno esercizio. (Intendo oltre che andare in giro come pazze appresso ai loro figli).Questo fa di ciascuna di noi una madre migliore? – No.
Ho un’amica che ha partorito in una piscina nel suo salotto. Io ho spinto fuori i miei in un letto d’ospedale dopo aver ricevuto un regalo dalla fatina epidurale. Entrambe siamo brave mamme.
In qualche occasione bevo una birra o un bicchiere di vino (a volte davanti ai miei figli!). Sono una brava mamma. La mia vicina e la mia cara amica non bevono. Anche loro sono brave mamme.
Sono una che grida molto. Ho una cara amica che è tranquilla ed estremamente paziente. La invidio. Ma siamo entrambe brave mamme.
Ho delle amiche che sono super ecologiche, chimical-free, e dye-free. A volte i miei figli mangiano ghiaccioli a colazione. Di quel genere economico che per 2 dollari te ne danno 50. Una di noi è meglio delle altre? – No.
Dico parolacce, ma non davanti ai miei figli. Sei una cattiva madre se lo fai? Cazzo, no.
Sono coinvolta nella vita scolastica dei miei figli, ma non mi offro volontario né vivo lì ogni giorno. Le mamme che fanno volontariato ogni giorno sono meglio di quelle che non lo fanno mai? – No. Sono incredibilmente grata alle mamme che fanno volontariato ogni giorno e aiutano gli insegnanti? – Sì. –
Le mamme casalinghe sono meglio delle mamme che lavorano? – No.
Le mamme lavorano meglio delle mamme a casa? -No.
Le mamme sposate sono meglio delle mamme single? -No.
Sei una mamma migliore se porti i tuoi figli in vacanze esotiche? – No.
Puoi essere una brava mamma se la cosa più vicina a una vacanza è il parco? – Sì. Puoi essere una brava mamma e avere un’estate super programmata con tante attività programmate? Sì.
E se tua estate è sfaccendata e priva di programmi? Sì.
Le brave mamme lasciano che i loro figli guardino la tv? – Sì.
Che giochi ai videogiochi? – Sì.
E se mi dici di no? Va bene. Scegli tu. Tu sei la mamma. Una buona mamma.
Sono cristiana. La mia amica e la mia vicina sono musulmane. Un’altra amica non professa alcuna religione. Siamo tutte brave madri.
L’altra mia amica è gay. I suoi figli hanno due madri. Sono entrambe brave mamme.
Ho allattati al seno. I miei figli prendevano poco latte in polvere. Sono meglio delle mamme che danno il latte in polvere ai bambini? – No.
Allora, che ne dici? Possiamo scendere tutti dalla montagna del Giudizio per un secondo? E supportarsi a vicenda? E dire solo: “Ehi, la maternità è dura. Stai facendo un buon lavoro. Crescere dei bambini può abbattere persona. Ce l’hai fatta”.
Quanto sarebbe fantastico? Solo un pensiero.

Lascia un commento